Enfin disponible en France, grâce à une étonnante formule France, 100% naturelle, vous pouvez maintenant dire stop à vos problèmes d’impuissance et à vos troubles de la virilité. Cette formule révolutionnaire agit comme un véritable achat levitra naturel. Ses résultats sont immédiats, sans aucun effet secondaire et vos érections sont durables, quelque soit votre âge. Même si vous avez plus de 60 ans !

Consorzio per lo sviluppo industriale della

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DELLA
RETE FOGNARIA DI ACQUE NERE DELLA ZONA
INDUSTRIALE DELL’AUSSACORNO
Premesso che:
Dall’ottobre 2000 e sino all’ottobre 2010 è rimasta in vigore ed ha esplicato effetti una convenzione tra il Consorzio per lo Sviluppo industriale della Zona del1’Aussa - Corno (ZIAC) ed il Consorzio Depurazione Acque Bassa Friulana poi Consorzio Depurazione Laguna S.p.A. (CDL), avente ad oggetto la gestione della rete fognaria – relativa alle acque nere – della zona industriale dell’Aussa – Corno; il Consorzio per lo Sviluppo industriale della Zona del1’Aussa - Corno è proprietario della rete fognaria a servizio degli stabilimenti ivi collocati; la rete fognaria è collegata alla pubblica fognatura, quest’ultima recapitante nel depuratore di San Giorgio di Nogaro; con effetti a decorrere dal 1° dicembre 2010, Consorzio Depurazione Laguna S.p.A. è stato incorporato in CAFC S.p.A.; CAFC S.p.A. risulta soggetto gestore del Servizio Idrico Integrato (SII), ai sensi della L.R. 13/2005 e della normativa di settore, in 83 comuni della Provincia di Udine, tra cui anche il Comune di San Giorgio di Nogaro, giusta convenzione CAFC/AATO Centrale Friuli, rep. 17443 tutto ciò premesso,
Cesare Strisino nato a Udine il 27/08/1959, in qualità di Presidente e Legale Rappresentante del Consorzio per lo Sviluppo industriale della Zona dell'Aussa Corno di seguito – di seguito ZIAC, domiciliato per la carica presso la sede - del Consorzio sita in Udine via Pradamano n. 2 sig. Eddi Gomboso, nato a Mortegliano (UD) il 23.7.1949 in qualità di Presidente e Legale Rappresentante del CAFC spa - di seguito CAFC, domiciliato per la carica presso la sede della società in Udine, Viale ARTICOLO 1
Le premesse fanno parte integrante del presente atto. ARTICOLO 2
ZIAC concede in gestione a CAFC, che accetta, le opere relative alla rete fognaria delle acque nere della zona industriale dell’Aussa – Corno e quelle In particolare le opere riguardano condotti di fognatura di diverso diametro, parte in PFRV, parte in GRES e parte in PVC con relativi pozzetti di ispezione ed allacciamento, opere speciali per il sottopasso di servizi interrati quali tubazioni di acque reflue meteoriche, tubazioni di metano, linee elettriche e telefoniche, opere di allacciamento degli stabilimenti insediati nell’ambito della zona industriale dell’Aussa – Corno, impianti di sollevamento, pozzetti di cacciata e quant’altro descritto nei progetti esecutivi inerenti le opere fognarie di acque nere ed accessori. ARTICOLO 3
CAFC si impegna ad effettuare la gestione degli impianti e strutture sopra descritte a titolo gratuito ed a non chiedere a ZIAC il pagamento di alcun onere per l'effettuazione di tutte le operazioni derivanti dalla gestione della rete di fognatura, compreso il costo di utilizzo dell'energia elettrica. Il CAFC si impegna altresì a porre in carico delle aziende allacciate esclusivamente gli oneri di fognatura e depurazione così come definiti e disciplinati dalle condizioni tariffarie adottate dall’Autorità d’Ambito ATO Centrale Friuli, consorzio pubblico con sede in Udine, Viale Europa Unita ARTICOLO 4
Sono escluse dalla presente convenzione le opere che non costituiscono accessori o non sono comunque strettamente necessarie al funzionamento della rete fognaria, quali eventuali tratti di tubazione per reti infrastrutturali, canalizzazione per acque reflue meteoriche, manti stradali e relative opere ARTICOLO 5
Resta inteso che le opere oggetto della presente convenzione rimangono di proprietà di ZIAC il quale potrà a suo insindacabile giudizio e, previo parere vincolante di CAFC, effettuare-interventi di modifica e di integrazione con finanziamento a carico di ZIAC, ed in particolare ogni opera necessaria per l'allacciamento di tutte le industrie presenti nell'ambito della zona industriale dell’Aussa - Como, salvo approvazione scritta da parte di CAFC. ARTICOLO 6
CAFC riconosce che ZIAC ha realizzato le opere di fognatura, oggetto della presente convenzione, in conformità ai progetti approvati e che le stesse sono state realizzate a perfetta regola d'arte, come risulta tra l'altro dai certificati di collaudo tecnico - amministrativo dei lavori in argomento. Per le successive opere fognarie che ZIAC realizzerà, anche nel contesto di più ampi progetti infrastrutturali, dovrà essere sempre chiesto preventivamente un parere di conformità tecnica a CAFC a carattere vincolante. ARTICOLO 7
Relativamente agli impianti di sollevamento gli oneri relativi all’energia elettrica saranno a carico di CAFC. Nel caso di costruzione di nuovi impianti di sollevamento da parte di ZIAC, i contratti di fornitura elettrica necessari al funzionamento di tali impianti saranno intestati, dopo l’esecuzione del collaudo delle opere, a nome del CAFC. Oltre alle spese per la gestione della rete di fognatura descritta nella presente convenzione, sono a carico di CAFC ogni e qualsiasi onere per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, sia delle opere di fognatura che delle varie apparecchiature installate; per manutenzione straordinaria si intendono le operazioni volte alla conservazione funzionale dei beni gestiti, senza modificazione della loro dimensione, potenzialità e capacità. CAFC potrà effettuare ogni qualsivoglia tipo d’intervento di riparazione e/o sostituzione delle apparecchiature installate. Di un tanto, qualora si tratti di interventi ricompresi nel precedente art.4 del presente atto, dovrà essere data comunicazione, anche in forma breve, all’Ufficio Tecnico di ZIAC, il quale potrà disporre tramite il proprio personale le verifiche tecniche del caso. ARTICOLO 8
La presente concessione avrà durata di anni 10 dalla data della firma della stessa, ed è rinnovabile alla scadenza con nuovo atto formale. Essa potrà essere revocata prima del termine stabilito, con preavviso scritto di almeno sei mesi, da entrambi le parti quando concorrano giusti motivi. Nel caso in cui una delle parti venga soppressa o trasformata in soggetto di altra natura giuridica, la presente convenzione s'intenderà risolta tra le parti. Le stesse fin d'ora s'impegnano, ex art.-1381 C.C., a garantire il rinnovo della presente convenzione mediante puntuali accordi tra i nuovi soggetti. ARTICOLO 9
Considerata la particolare natura e funzione delle opere oggetto della presente convenzione, CAFC é tenuto a garantire la massima efficienza delle strutture degli impianti e ad effettuare con la massima celerità ogni intervento necessario a garantire il perfetto funzionamento. Nel caso tali interventi non vengano effettuati prontamente, ZIAC potrà intervenire per far ripristinare il corretto funzionamento degli impianti, ponendo a carico di CAFC svolgerà, senza alcun onere per ZIAC, le funzioni di "Alta Sorveglianza Tecnica" in relazione a tutte le opere fognarie che verranno realizzate da ZIAC stesso, nell’ambito di tutti gli interventi di ARTICOLO 10
ZIAC potrà redigere o far redigere la progettazione ed esecuzione dei lavori di opere fognarie di acque nere a CAFC, a fronte di corrispettivo da determinarsi. In tale ultimo caso, CAFC si impegna a rispettare gli atti programmatori di ZIAC, in relazione ai futuri finanziamenti a beneficio di ZIAC o di CAFC, per la realizzazione di reti fognarie di acque nere. ARTICOLO 11
CAFC si assume ogni e qualsiasi responsabilità in ordine alla sicurezza del pubblico transito sui luoghi interessati dalle opere oggetto del presente atto. CAFC, inoltre, si assume ogni e qualsiasi responsabilità, sia civile che penale, per danni a persone o cose, causati o derivanti dalla gestione delle opere in argomento. In particolare ZIAC non sarà ritenuto in alcun caso responsabile, e di un tanto con la presente declina ogni responsabilità, di danni a cose e persone causate dalle opere realizzate e date in gestione con il ARTICOLO 12
Tutte le spese derivanti dal presente disciplinare nonchè quelle riguardanti eventuali prestazioni accessorie non contemplate nel presente atto sono a ARTICOLO 13
Ai sensi del comma 2 dell’articolo 5 del dpr 131/1986, si provvederà alla registrazione del presente atto solo in caso d’uso. Consorzio per lo Sviluppo industriale della Zona del1’Aussa – Corno

Source: http://www.atocentralefriuli.it/files/ALLEGATO%20DEL.%20N.%2023%20Bozza%20Convenzione%20CAFC_AUSSA.pdf

equoterapianet.com.br

& 2003 International Spinal Cord Society All rights reserved 1362-4393/03 $25.00The short-term effect of hippotherapy on spasticity in patients with spinalcord injuryHE Lechner*,1, S Feldhaus2, L Gudmundsen2, D Hegemann2, D Michel2, GA Za¨ch2 and H Knecht11Institute for Clinical Research, Swiss Paraplegic Centre, Nottwil, Switzerland; 2Swiss Paraplegic Centre,Nottwil, SwitzerlandStudy

The australian physiotherapy association

Australian Society of Acupuncture Physiotherapists Inc GUIDELINES FOR SAFE ACUPUNCTURE AND DRY NEEDLING PRACTICE JULY 2007 CONTENTS 1) Forward 2) Introduction 3) Management of Needle Accidents & Adverse Reactions Waste Disposal Advise for Needles or Bodily Fluids ASAP Guidelines for Safe Acupuncture and Dry Needling Practice This document is designe

Copyright © 2010-2014 Online pdf catalog